Oggi come allora: bimbi in Colonia

Lunedì 6 giugno, la Colonia dell’ex Villagio Eni ha vissuto ancora, un presente ben vivo a far tuffo nel passato.
E per alcune ore è stato un po’ come tornare indietro agli anni (e al tempo stesso andare avanti: qui si va avanti), quegli anni in cui le grandi sale e le lunghe rampe eran percorsi dai bimbi, quelle migliaia e migliaia di bimbi figli di Eni, che venivano da tutta Italia, che per decenni ebbero nel Villaggio la loro straordinaria casa dell’avventura estiva.
E così, la creatura di Mattei e Gellner ha accolto 200 persone: i bambini delle scuole della Valle del Boite, provenienti dai plessi della primaria di Vodo, San Vito, Cibiana e Cortina, accompagnati dalle maestre e da un gruppo di genitori.
Ed è stata la prima volta dal 1991, anno in cui la Colonia fu chiusa da Eni, che i bambini, in così gran numero, son tornati nei suoi spazi giganteschi, facendoli risuonare colle loro voci entusiaste.
Quegli spazi che per lunghi anni sono rimasti in silenzio, e che, dal 2012, hanno ripreso a vivere con Progettoborca.
Ringraziamo la dirigente Francesca Cuomo, che, visitando con noi il Villaggio alcuni mesi fa, ha subito compreso il valore di questo luogo spettacolare, la cui storia, così importante, tutti dovrebbero conoscere, ed ha deciso di aprirlo ai bimbi di oggi, i bimbi di questo territorio.
Anche per questo esiste Progettoborca.
Sorprendersi: è una prova d’esser vivi.

#‎progettoborca ‪#‎rigenerazione‬ ‪#‎coloniaperta‬ ‪#‎bimbincolonia‬

Foto: Giacomo De Donà

Tweet about this on TwitterShare on FacebookGoogle+Share on LinkedIn