23 giugno_Prometheus_Indice Gastronomico Potenziale (Cena)

In occasione del 56esimo Corso di Cultura in Ecologia, Prometheus Open Food Lab realizza Indice Gastronomico Potenziale, un workhop al Campeggio a tende fisse dell’ex Villaggio Eni di Corte di Cadore, che si conclude con la cena di giovedì 23 giugno, ore 19.30 (prenotazione obbligatoria, vedi sotto).

Indice Gastronomico Potenziale: per la costruzione di una diversità biologica e culturale contro la tipizzazione della cucina di montagna.

Due giorni di lavoro, in un workshop che metta al lavoro insieme cuochi, produttori, raccoglitori, artisti e ricercatori. I temi del Corso di Cultura in Ecologia di quest’anno sono legati ad una riflessione sulla biodiversità delle foreste coniugata alla produzione di legname. Si è dunque riopreso quanto già introdotto all’edizione precedente del Corso: il lavoro iniziato nell’immediato dopo Tempesta Vaia che indaga il trasformato sottobosco, inteso come insieme di elementi di diversità biologica e culturale. Abbiamo proposto ai nostri ospiti chef  uno sguardo rivolto al potenziale edible inesplorato del territorio, che sia in grado di coinvolgere ed attivare saperi ed attività agricole locali come partners culturali essenziali delle dinamiche ambientali. Cuochi della nostra rete, invitati sia dal territorio che da fuori, vengono condotti all’esplorazione dei diversi ecosistemi della valle (crode, bosco, fiume, radure), e visitano una serie di aziende agricole con cui già lavoriamo sul territorio. L’obiettivo è che in questo contesto gli chef agiscano da tessuto connettivo tra l’attività agricola e il selvatico inespresso che la circonda, promuovendo l’innesco di nuove risorse.

A conclusione dei due giorni, una cena offrirà l’occasione di comunicare i risultati di questa prima analisi a pubblico e relatori.
La cena alla mensa del Campeggio di Corte sarà una prima formalizzazione del lavoro dei precedenti due giorni, in cui gli chef incontreranno in vari momenti produttori, raccoglitori e gli scienziati  forestali impegnati nel Corso.
L’obiettivo è quello di immaginare una diversa cucina di montagna, esplorando il potenziale di biodiversità biologica e culturale dei diversi ambienti della valle come antidoto alla stilizzazione.
Gli chef lavoreranno quindi come medium tra sapere scientifico e pratiche di cura del territorio, con un repertorio di ingredienti che si trasformerà costantemente fino ai momenti immediatamente precedenti all’arrivo sulla tavola. Sarà inoltre l’occasione di pensare l’attivazione del Campeggio come polo di una più estesa e costante ricerca sul cibo nella regione, inserendosi nel più ampio progetto di rigenerazione della Colonia.

Chef coinvolti:
Luca Leone Zampa, chef del ristorante Immorale a Milano
Alessio De Bona, chef ristorante Primo a Belluno
Antonio Stoico, ex chef al NOMA (Copenhagen) e al Mirazul (Mentone, FR)
Francesco Paulon, chef del collettivo Cuore Crudo a Belluno

Aziende Agricole e raccoglitori:
Sidro Vittoria, Laggio di Cadore
Marco del Favero, Valle di Cadore
Apicoltura Forte Christian, Cibiana di Cadore
SanWido azienda agricola, San Vito di Cadore
Talamini azienda agricola, Vodo di Cadore
Karin Daberto, raccoglitrice, Belluno

Cena, modalità:
Ore 19.30, Campeggio ex Villaggio Eni Corte di Cadore.
Punto d’incontro, ore 19.20: Uffici di Progettoborca, qui come arrivare. Dagli uffici, gli ospiti saranno guidati al Campeggio.
Prenotazione obbligatoria via email (prometheus.ofl@gmail.com) o whatsapp (340.5537738)
Offerta libera obbligatoria: costo indicato 30 euri.

 

Tweet about this on TwitterShare on FacebookGoogle+Share on LinkedIn